Area personale
fare clic per attivare lo zoom
Caricamento mappe
Nessun risultato trovato
apri mappa
Vedi Roadmap Satellite Hybrid Terrain La mia posizione Schermo intero
Ricerca Avanzata
Altre opzioni di ricerca
Abbiamo trovato 0 risultati. Vuoi caricare i risultati ora?
Ricerca Avanzata
Altre opzioni di ricerca
abbiamo trovato 0 risultati
Risultati della ricerca

Proprietà in condominio: parti comuni, assemblea e amministratore

Postato da fincasa on 16 giugno 2016
| 0
Elegant Home in New Subdivision – Night View I

Comprare ed affittare casa, utilizzando i servizi messi a disposizione dalle agenzie immobiliari, è di sicuro una decisione importante. Sono tanti gli aspetti che è opportuno prendere in considerazione prima di firmare un contratto per una casa di proprietà o per la compravendita e l’affitto di immobili.
regolamento condominiale e le agenzie immobiliari possono fornire le giuste indicazioni a questo proposito, prima di portare a termine le trattative per l’affitto di una casa.
Proprietà immobiliare in Toscana: consigli per vivere in condominio
Sia che si possieda una casa di proprietà, sia che si viva in un appartamento in affitto, nel momento in cui si appartiene allo stesso condominio bisogna rispettare le stesse norme approvate in sede di assemblea. Tali norme riguardano gli aspetti più basilari del vivere comune, indicando in modo chiaro quali sono gli obblighi e i diritti di ciascun condomino. In parole semplici, il regolamento condominiale disciplina l’uso delle cose e degli spazi comuni, come il pianerottolo o il cortile d’ingresso del palazzo; stabilisce il sistema di ripartizione delle spese; indica i principi più importanti per la tutela del decoro dell’immobile; regola i rapporti tra i vari condomini.
Essenziale, sia per la stipulazione del regolamento condominiale che per l’organizzazione dei lavori di assemblea, è la figura dell’amministratore, cui spetta il compito di far rispettare le norme votate dalla maggioranza e di risolvere eventuali contese tra i condomini. Malgrado siano innumerevoli le questioni in cui il regolamento ha potere vincolante, non deve in ogni caso essere in contrasto con le norme del codice civile. Il regolamento condominiale ad esempio non può vietare di possedere in casa animali domestici o privare un condomino dei diritti sanciti dall’atto d’acquisto dell’immobile.